Saulo di Tarso – Oscar Vladislas Milosz

Miguel Manara - Milosz

Titolo:
Autore: Oscar Vladislas Milosz
Editore: Jaca Book
Data di pubblicazione: 13 ottobre 2020
Pagine: 53

Dove posso acquistarlo
In tutte le librerie e in tutti i principali bookstore online.

Trama

Caio Rufo sta ultimando i preparativi per il rientro a Roma, come ordinato da Cesare, ma è addolorato per la partenza. Saulo e Rehob, giudei cittadini romani, si recano a casa sua per un ultimo saluto. Amano il Governatore come fosse il loro padre e gli sono estremamente affezionati. Tornato a casa, Rehob, triste, viene consolato da Karommah, schiava di cui è innamorato. In questa circostanza le confida di essere spiritualmente legato ad un uomo e ai suoi ideali di pace e fratellanza: Gesù. La donna ascoltando le sue parole, sentendo l’ che da esse traspare, lo convince a partire per unirsi ai cristiani. Anche Saulo è sulle tracce dei seguaci di Cristo, ma per ben altri motivi. E’, infatti, tra i principali accusatori di Santo Stefano e partecipa attivamente alla sua lapidazione. Durante l’esecuzione della condanna, però, scopre della conversione di Rehob, accorso con la sua amata in difesa di Stefano. L’uomo viene arrestato e il protagonista va in disperazione per la sorte che toccherà all’amico. Sulla via di Damasco, caduto in estasi, Saulo sente la voce di Dio, che lo chiama a sé come Paolo, e si converte.

Recensione

Saulo di Tarso è uno dei tre lavori teatrali scritti, tra il 1912 e il 1914, da Oscar Vladislas Milosz. Un’opera affascinante e ricca di misticismo, da molti considerata di transizione tra la e la poesia. Il testo rappresenta un vero e proprio viaggio nella coscienza umana alla ricerca dell’amore assoluto, della pace e della fratellanza. La consapevolezza che la terra non è altro che un momento di passaggio per l’anima, imprigionata dalla vanità del e dalla futilità della , trova riscontro nella ricerca spirituale di Rehob, nella forza di Santo Stefano al cospetto della morte e, ovviamente, nella conversione di Saulo. Quest’ultimo, come sappiamo, dedicherà tutta la vita a chi per la sua, la nostra salvezza, ha donato quella dell’amato figlio. Un affascinante e ricco di riflessioni; i versi che compongono i dialoghi, pur trattando un argomento religioso, lasciano trasparire sentimenti e ideali che vanno ben oltre i classici dogmatismi. Un’opera da leggere assolutamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + uno =